La Valdambra nel Medioevo

La presentazione del volume

“Mi sento fieramente toscano, perché la Toscana è sensibile nei confronti delle iniziative che mirano a trasmettere la conoscenza alla popolazione.”
Così Paolo Pirillo, curatore della collana Toscana Medievale, ha introdotto il tema degli investimenti sulle tematiche culturali in occasione della presentazione del libro curato da Lorenzo Tanzini “La Valdambra nel Medioevo”.
La coinvolgente presentazione di Allen J. Grieco ha aperto nuove prospettive e spunti di riflessione sulla storia della Valdambra, sempre seguendo le tracce dei relatori della giornata di studi svoltasi lo scorso febbraio nell’austero complesso dell’abbazia di San Pietro a Ruoti.
Il volume raccoglie gli atti di questo convengo e presenta in modo ben organizzato i contributi di Paolo Cammarosano, Mauro Ronzani, Claudio Bressan, Giampiero Ceccherini, Francesco Sinatti, Marco Bicchierai, Gian Paolo G. Scharf, Lorenzo Tanzini, Andrea Barlucchi, Paolo Pirillo e Giuliano Pinto.


Nel libro si parla delle due potenti abbazie che si contendevano il controllo della Valdambra, ma anche dei potenti signori feudali, i conti Guidi, gli Ubertini ed i Tarlati, fino ad esplorare la topografia ed il sistema economico della valle tra XIII e XIV secolo. Senza dimenticare Firenze e quella “Terra Nuova” mai nata.
In poche parole si tratta di un libro, per dirla con il sindaco di Bucine Sauro Testi, che “lascia un segno, che fissa la memoria storica di un territorio.”

Un altro importante tassello per la storia e la cultura non solo locale.

Il libro è edito dalla casa editrice Le Lettere.

About This Author

Post A Reply