La mafia oltre i “100 passi”

Impastato LocandinaIl giornalismo d’inchiesta, la politica e… la mafia dove non te lo aspetti

Il 9 maggio 1978 in via Caetani a Roma veniva ritrovato il cadavere del presidente della DC Aldo Moro. La notizia catturò, com’era ovvio, giornali e TV. Davanti al brutale omicidio commesso dalle Brigate Rosse l’opinione pubblica apprese, quasi distrattamente, che lo stesso giorno a Cinisi, in Sicilia, era stato ritrovato il corpo straziato di un giovane giornalista che da tempo denunciava le malversazioni dei poteri politico-mafiosi: Peppino Impastato.

Anche lui, come Aldo Moro, aveva pagato il suo impegno per cambiare la società, per rompere quel velo di omertà che permette ai poteri criminali di crescere e prosperare ai danni dei cittadini onesti.

La figura di Peppino Impastato, il ruolo e le difficoltà del giornalismo d’inchiesta, la penetrazione delle cosche mafiose in provincia di Arezzo saranno i temi del doppio appuntamento di giovedì 26 febbraio a Montevarchi con Giovanni Impastato, fratello di Peppino.

La giornata di Montevarchi con Giovanni Impastato è stata resa possibile grazie alla collaborazione tra l’Amministrazione Comunale di Montevarchi, il Coordinamento del Valdarno di Libera e il Presidio Giovani “Giovanni Spampinato”, con il contributo offerto dalla Cooperativa Sociale Beta Due. L’evento prevede un doppio appuntamento: la mattina incontro rivolto alle scuole medie superiori e la sera un incontro pubblico aperto a tutti i valdarnesi. L’incontro della mattina avrà inizio alle ore 9.30 all’Auditorium Comunale di via Marzia e vedrà la partecipazione di cinque classi di IV^ e V^ del liceo “B. Varchi” e del professionale “R. Magiotti”. Dopo una breve presentazione da parte del dirigente scolastico Nedo Migliorini e dei giovani del Presidio “Giovanni Spampinato” ci sarà la proiezione del film “I cento passi”. Al termine della proiezione Enzo Brogi intervisterà Giovanni Impastato. Alle 18 presso la biblioteca comunale della Ginestra, dopo una breve presentazione da parte del Presidio Giovani di Libera, sarà proiettato il film “I cento passi” e a seguire ci sarà un aperi-cena offerta dalla cooperativa Beta Due e realizzato anche con i prodotti di Libera Terra. Il costo è € 5 e il ricavato andrà a favore dell’Associazione “Casa Memoria Felicia e Peppino Impastato. La serata proseguirà alle ore 21.30 con un breve saluto del coordinamento  Libera Valdarno, dell’Assessore alla Cultura Pierluigi Fabiano ed un dibattito con Giovanni Impastato, dove si parlerà del fenomeno mafioso, dei suoi cambiamenti, della diffusione nel cuore della Toscana e dell’importanza, per combattere questi fenomeni, del giornalismo d’inchiesta.

About This Author

Post A Reply