Pinocchio “arlecchianato” ed altre storie nell’arte di Marco Cipolli

Opere di Marco Cipolli

Può accadere che l’arte classica abbia un’influenza sui contemporanei. Con Marco Cipolli questo è successo ma, osserveranno i più smaliziati, non è la prima volta che un artista subisce “contaminazioni” da coloro che, in varie epoche, hanno lasciato un segno tangibile del loro estro. L’osservazione è pertinente ma ad osservare la mostra antologica “Attraverso il tempo”, in corso di svolgimento presso la sala espositiva “Ugo Capocchini” a Barberino Val d’Elsa, ci accorgiamo che Marco Cipolli pur affascinato dai grandi del passato ha trovato un strada innovativa dove pittura e scultura divengono quasi una cosa unica.

Per la curatrice della mostra, Sandra Stanghellini, pittura con la scultura sono “due tecniche nelle quali Cipolli padroneggia con destrezza ormai da anni.”

E’ nei grandi piatti ceramici, finemente istoriati, che emergono con forza gli influssi rinascimentali. D’altro canto la curatrice è convinta che quella del confronto con i grandi nomi dell’arte italiana dei secoli passati sia per Marco Cipolli “una necessità”.

L’artista ha voluto dedicare questa mostra alla memoria di Giuliano Ghelli, collega ed amico di Cipolli al quale, proprio nelle scorse settimane, è stato intitolato il museo civico di San Casciano Val di Pesa.

La mostra di Marco Cipolli a Barberino Val d’Elsa rimarrà aperta fino al prossimo 14 giugno.

About This Author

Post A Reply