Posts in Category: senza categoria

L’indifferenza che fa crollare la raccolta differenziata

WP_20150601_11_59_30_Pro

I recenti dati sulla raccolta differenziata in Valdarno non sono confortanti e la cosa ha un riflesso diretto nel portafoglio dei cittadini.

La legge in materia è piuttosto chiara: il servizio di raccolta rifiuti deve essere coperto con le tasse pagate dagli utenti.

Un basso livello di raccolta differenziata oltre ad essere un danno per l’ambiente, una violazione dei tetti previsti dalla normativa in materia è quindi un aggravio per le tasche dei cittadini.

Un aumento di costi, come dicevamo, che ricade su tutti i cittadini, anche su quelli che correttamente portano i rifiuti ai cassonetti e li separano in base alla tipologia.

Purtroppo anche chi fa il suo dovere deve pagare di più per sanare le colpe altrui. Questo è un principio profondamente ingiusto.


La mafia oltre i “100 passi”

Impastato LocandinaIl giornalismo d’inchiesta, la politica e… la mafia dove non te lo aspetti

Il 9 maggio 1978 in via Caetani a Roma veniva ritrovato il cadavere del presidente della DC Aldo Moro. La notizia catturò, com’era ovvio, giornali e TV. Davanti al brutale omicidio commesso dalle Brigate Rosse l’opinione pubblica apprese, quasi distrattamente, che lo stesso giorno a Cinisi, in Sicilia, era stato ritrovato il corpo straziato di un giovane giornalista che da tempo denunciava le malversazioni dei poteri politico-mafiosi: Peppino Impastato.

Anche lui, come Aldo Moro, aveva pagato il suo impegno per cambiare la società, per rompere quel velo di omertà che permette ai poteri criminali di crescere e prosperare ai danni dei cittadini onesti.

La figura di Peppino


Il nuovo Centro infanzia 0-6

[singlepic id=61 w=320 h=240 float=none]

MONTEVARCHI – Uno spazio per cento bambini, una decina di insegnati, oltre agli ausiliari, personale per le pulizie, la manutenzione  e la mensa. Il tutto in un ambiente innovativo, sia come concezione che come progettazione: ecco le credenziali del Centro Infanzia San Lorenzo, inaugurato sabato dal vescovo di Fiesole mons. Mario Meini.

Una struttura fortemente voluta dal parroco della collegiata di S. Lorenzo don Claudio Brandi, progettata dallo studio Area Associati di Montevarchi e realizzata con un investimento di circa un milione  e mezzo di euro, sostenuto dalla Regione Toscana per novecentomila euro e per il resto dalla curia.

“Un’opera – ha commentato il vescovo mons. Mario Meini- che parla da sola: belle dal punto di vista architettonico ed estremamente funzionale.”

Il finanziamento con fondi pubblici è stato reso


Giornalisti? In galera!

Se la democrazia di un Paese si misura dalla libertà di stampa siamo messi male. In verità mi ero riproposto di non entrare sull’argomento al fine di evitare accuse di partigianeria. Purtroppo davanti ad una attacco scientifico e mirato alla libertà d’informazione da parte di una classe politica che sta occupando sì gli scranni più alti del Parlamento, ma anche molte pagine delle cronache giudiziarie non è possibile tacere oltre.
In quale Paese veramente democratico si dovrebbe discutere attorno ad una legge che assomiglia più  ad una gogna per chi fa informazione che ad una proposta normativa? Con l’obbligo di rettifica su semplice richiesta dell’interessato si corre seriamente il rischio di dover rettificare notizie vere inserendo delle falsità per non dover incorrere nella sanzione pecuniaria, insostenibile per i più, o


Tralicci, tralicci ed ancora tralicci

Come potrebbe cambiare il paesaggio

Spesso si sente parlare di bellezze del territorio valdarnese come possibile risorsa economica. Un argomento semplice e di facile presa sull’immaginario collettivo. Ma dopo le dichiarazioni di principio servono i fatti. Se si dice che i giacimenti culturali e le bellezze paesaggistiche possono costituire, se ben gestite, un volano economico occorre che le azioni politiche siano congrue con queste dichiarazioni di principio. Troppo spesso abbiamo visto buone prediche seguite da azioni di segno opposto: dai siti archeologici cancellati dalla carta geografica ai mancati o inadeguati ripristini delle aree di cava, solo per fare qualche esempio. Adesso si presenta un altro banco di prova: il caso elettrodotto Cavriglia-Monte San


Se le acque del torrente potessero parlare

torrente di Mercatale

Il colore lo si può vedere, l'odore... solo immaginare

 

Torrente Mercatale

A valle dell'abitato

L'arrivo degli scarichi nel torrente

L'arrivo degli scarichi nel torrente

Occupati com’erano a commentare l’età e soprattutto le curve di Ruby Rubacuori gli italiani non si sono accorti delle molte disposizioni uscite dalla segrete stanze romane, una volta massima espressione della democrazia, e passate silenziosamente sopra le loro teste. Forse è per questo innato menefreghismo che la casta sguazza nell’oro e gli italiani sempre più nella m…elma. Non ci credete? Armatevi di robusti ed